Vino Est!Est!!Est!!!:Covvalessi consiglia

Buonasera cari amici, oggi, dopo avervi parlato di Marta, ridente paesino che si affaccia sulle rive del lago di Bolsena e situato nell’Alta Tuscia, il vostro Amilcaremaria Covvalessi vi parla di vini. Il vino Est!Est!!Est!!! che si produce proprio in queste zone, precisamente a Montefiascone è un vino bianco italiano originario della Provincia di Viterbo, nell’Alto Lazio a Denominazione di Origine Controllata (DOC).

Da cosa deriva il nome Est!Est!!Est!!!

vino est est est
Bottiglia di vino est est est

Il nome del vino Est!Est!!Est!!! deriva da una leggenda. Nell’anno 1111 Enrico V di Germania stava raggiungendo Roma con il suo esercito per ricevere dal papa Pasquale II la corona di Imperatore del Sacro Romano Impero. Al suo seguito si trovava anche un vescovo, Johannes Defuk, intenditore di vini. Per soddisfare questa sua passione alla scoperta di nuovi sapori, il vescovo mandò il suo coppiere in avanscoperta, con l’incarico di precederlo lungo la via per Roma, per assaggiare e scegliere i vini migliori. I due avevano concordato un segnale in codice: qualora il coppiere avesse trovato del buon vino, avrebbe dovuto scrivere est, ovvero “c’è” vicino alla porta della locanda, e, se il vino era molto buono, avrebbe dovuto scrivere est est. Il servo, una volta giunto a Montefiascone e assaggiato il vino locale, non poté in altro modo comunicarne la qualità eccezionale. Decise quindi di ripetere per tre volte il segnale convenuto e di rafforzare il messaggio con ben sei punti esclamativi:”Est! Est!! Est!!!”. Il vescovo, arrivato in paese, condivise il giudizio del suo coppiere e prolungò la sua permanenza a Montefiascone per tre giorni. Addirittura, al termine della missione imperiale vi tornò, fermandosi fino al giorno della sua morte (avvenuta, pare, per un eccesso di bevute). Al vescovo è ancora dedicato un corteo storico con personaggi in costume d’epoca, che fanno rivivere questa leggenda.

 

Come si presenta il vino Est!Est!!Est!!! ? Covalessi ve lo spiega:

Il vino Est!Est!!Est!!! si presenta cristallino, paglierino con riflessi verde dorato. L’ impatto olfattivo è di buona intensità e finezza e si possono riconoscere la frutta matura e frutta secca. L’impatto gustativo invece, è di grande intensità e finezza. Il corpo infine è supportato da una grande freschezza e sapidità. La gradazione è pari al  12.5% minimo secondo l’andamento stagionale e consiglierei di abbinarlo al Luccio in umido.

Perché vi parlo del vino Est!Est!!Est!!! ?

Insieme a mio nonno, ero solito girare per le cantine. Mi entusiasmava e incuriosiva vedere quelle cantine profonde, i muri di esse modellate e modificati dall’umidità, l’odore di quest’ultima e la grandezza di alcune botti. Mio nonno quindi, giornalmente mi accompagnava nelle cantine, scoprendola cosi una al giorno.

Dopo varie visite, mi portò in una cantina mai vista prima: profondissima, grandissima e piena zeppa di bottiglie di vino Est!Est!!Est!!!. Mi chiesi perché le producessero in maniera esorbitante, e mi spiegarono che erano destinate alla vendita. Da li, ho cominciato ad informarmi su questo tipo di vino, ed ad assaggiare le varie ”sfumature”,  prodotte proprio nella zona dove passavo le mie vacanze.

cantina vino est
Foto interno della cantina scantina di vino est est est scattata da Amilcaremaria Covvalessi

 

Beh…Avrete forse capito dai mie racconti che sono molto curioso!

Ora, gustatevi un bel bicchiere di vino Est!Est!!Est!!!. Ma… mi raccomando, non abusatene!

Un abbraccio a tutti voi!

 Amilcaremaria Covvalessi

Precedente Marta raccontata da Covvalessi Successivo Il Mercatino visto da Amilcare

3 thoughts on “Vino Est!Est!!Est!!!:Covvalessi consiglia

  1. fabiana il said:

    Un bel bicchiere di vino è quello che ci vuole per alleggerire un po i pensieri. Non vedo l’ora di assaggiarlo

I commenti sono chiusi.